Home Casa, giardino, fai da te Materassi migliori: come scegliere quello che concilia il sonno

Materassi migliori: come scegliere quello che concilia il sonno

Materassi migliori: come scegliere quello che concilia il sonno
0

Scegliere il materasso giusto per il tuo letto è fondamentale. Dormire bene è importante per poi godere la giornata con serenità. Ecco la guida dei materassi migliori in commercio. I consigli utili per la scelta del prodotto adatto a te e alle tue esigenze.

Non perdere la  guida DocBuy sui cuscini giusti per un sonno di qualità!

Materassi migliori in circolazione. Le diverse tipologie

Materasso a molle

materassi migliori - le molle

Questo modello è composto da una struttura interna realizzata da componenti metallici a spirale (molle) che combaciano tra loro. Le molle rendono il prodotto elastico ma rigido con lo scopo di sostenere al meglio il corpo. Più recentemente sono stati inventati i materassi a molle insacchettate, molto richiesti e diffusi.

Materasso a molle insacchettate

materassi migliori - l'interno

Ogni molla è appunto insacchettata, quindi isolata e indipendente dalle altre: chiusa in un involucro. Con i movimenti, la molla resta sempre intatta, viene deformato solo il sacchetto che la contiene. Risulta perciò più ergonomico rispetto a quello in molle tradizionale poiché riduce rischi di affossamenti e incastri tra una molla e l’altra. Più molle sono presenti più il materasso sarà elastico e fornirà il sostegno necessario.

L’obiettivo delle molle è sorreggere delicatamente il corpo decomprimendo i punti solitamente più sottoposti a tensione come la testa, il collo, il bacino e la schiena.

Quante molle deve avere un buon materasso? Un materasso a molle tradizionale di qualità deve avere almeno 400  molle. Un materasso a molle insacchettate, almeno 800.

Materasso in Memory Foam

materassi migliori - il memory foam

Modello realizzato con una particolare schiuma detta appunto memory foam. Si tratta di un materiale viscoelastico che permette di adattarsi al corpo modellandosi in modo flessibile ed elastico sulle curve della colonna vertebrale.

Ortopedico: adatto per chi soffre di dolori articolari o strutturali come scoliosi, cifosi o lordosi.

Anallergico: la sua struttura interna alveolare elimina l’umidità in eccesso evitando la proliferazione di acari.

Materasso in lattice

materassi migliori in lattice

Composto da una struttura interna in lattice. Sostanza di origine naturale che proviene dall’Albero della Gomma, che una volta estratta viene lavorata e trasformata in una sorta di schiuma, per poi diventare un blocco compatto, leggero e spugnoso. La peculiarità di questo materiale è la morbidezza e l’alveolatura, che permette la traspirazione, evitando la formazioni di germi e acari. Perfetto per chi soffre di asma o allergie. Flessibilità: sottoposto alla pressione del corpo, il materasso accompagna le curve del tronco, spalle e gambe, portando benefici per la circolazione e la postura.

Attenzione alle bufale: La percentuale di lattice presente nel materasso deve essere sempre indicata, per non rischiare di incorrere in truffe e comprare un prodotto che ne contiene poco. Se il materasso è interamente in lattice, il suo prezzo non sarà economico, inoltre risulterà abbastanza pesante (strato il latex di almeno 10 cm).

Un materasso per ogni esigenza

Per la scelta di un materasso è importante che tu tenga in considerazione diversi parametri.

Corporatura, altezza, peso, età

Per i soggetti robusti o anziani è consigliata una rigidità del materasso, così da sostenere al meglio il peso. Altezza del materasso di almeno 25 centimetri con rigidità medio-alta.

Un materasso rigido può risultare scomodo dalle persone più esili, mentre uno morbido troppo avvolgente da chi è in sovrappeso. La corporatura è fondamentale, perché il materasso deve sostenere la colonna vertebrale in posizione neutra, mantenere la sua curvatura naturale ed evitare che si creino delle zone di pressione eccessiva, o assente.

materassi migliori giusti

Postura

Posizione supina (pancia in alto)

Gli esperti consigliano una rigidità del materasso medio-alta. Questo perchè la parte inferiore della schiena deve ricevere in giusto sostegno, Per cui un materasso troppo morbido creerebbe una curvatura non naturale, uno troppo rigido tenderebbe a rialzarla troppo.

Posizione prono (pancia sotto)

In questo caso la rigidità deve essere alta, onde evitare che il corpo sprofondi troppo nel materasso causando problemi alla schiena. Il materasso perfetto deve supportare in corpo senza adattarsi troppo alla forma.

Posizione sul fianco

Questa posizione crea pressione su spalle e fianchi. I materassi migliori per i soggetti in questione sono quelli morbidi e medi. Devono avvolgere parzialmente il corpo, senza comprometterne il sostegno necessario.

In questo caso, ma in generale, statura, peso ed età vanno valutati bene. Il sostegno che il corpo deve ricevere dal materasso differisce da persona a persona.

Patologie e problemi

Per la scelta giusta è sempre importante rivolgerti prima ad un medico esperto, soprattutto se soffri di dolori articolari o di allergie specifiche. Così, nel momento dell’acquisto sarà più semplice comunicare al venditore le tue particolari esigenze.

Materassi migliori: caratteristiche

Portanza

La portanza è il grado di resistenza che il materasso oppone ad un carico. Un buon prodotto deve essere in grado di sostenere il corpo in tutti i punti: la colonna vertebrale deve mantenere la sua posizione naturale senza sottoporre nessuna porzione ad eccessive o inadeguate pressioni.

Ergonomia

Riferita a quanto morbido o rigido è il prodotto. Come detto, la scelta in questo caso è molto soggettiva e dipende dai parametri su indicati come la postura, l’età, la corporatura.

materassi migliori

Altezza del materasso

Fattore da non sottovalutare. L’altezza del materasso è un parametro importante da considerare; se il materasso è troppo sottile può risultare poco confortevole e scomdodo portando a dolori muscolari e cervicali. I materassi migliori oscillano tra 23 e 30 cm di altezza.

Piazze

In Italia le dimensioni sono standard e stabilite da normative europee.

Singolo o una piazza: adatto ad una singola persona. Larghezza: 80/90 cm. Lunghezza: 190/200 cm di lunghezza.

Matrimoniale o due piazze:  accoglie due persone. Larghezza: di 160/170 cm. Lunghezza: 190/200 cm

Una piazza e mezza: una via di mezzo tra il singolo e il matrimoniale. Larghezza: 120 cm. Lunghezza: 190 cm

Alla francese: larghezza: 140 cm di larghezza e lunghezza: 190 cm

Se hai determinate esigenze, esiste anche la possibilità di farti realizzare materassi su misura delle dimensioni che desideri.

Rivestimento esterno

materassi migliori

Questo aspetto è legato alla freschezza e traspirabilità del materasso. Spesso i materassi in lattice e memory foam tendono a trattenere il calore, molte aziende infatti hanno introdotto una fascia traspirante che consente al prodotto di risultare fresco.

materassi migliori

I materiali esterni più comuni possono essere sia naturali come cellulosa, lana, puro cotone, cashmere, bambù oppure sintetici come  poliestere, viscosa e schiuma viscoelastica. Esistono anche modelli con fibre mixate e con fodera estraibile e lavabile.

Consigli utili

Prima dell’acquisto, non valutare solo il prezzo, piuttosto tieni conto di tutte le variabili elencate così da fare una scelta oculata e ritrovarti con un materasso che duri nel tempo. Anche se si tratta di un investimento economico medio-alto, ricorda che è strettamente collegato al tuo benessere e alla qualità del tuo sonno. Perciò, occhio ai prezzi troppo bassi! Scegli il tuo materasso perfetto con cura e intelligenza.

Materassi migliori: come scegliere quello che concilia il sonno
Media voto 5 - (100%) su un totale di 2 voti

Scopri anche:  Balsamo per capelli: prenditi cura della tua chioma
Close